Marx:

«Il mio punto di vista che concepisce lo sviluppo della formazione economica della società come processo di storia naturale, può meno che mai rendere il singolo responsabile di rapporti dei quali egli rimane socialmente creatura, per quanto soggettivamente possa elevarsi al di sopra di essi». (Il capitale)

Freud:

«Il problema dinanzi a noi è come liberarci del più grande impedimento alla civilizzazione-cioè, l’inclinazione costituzionale degli esseri umani ad essere aggressivi l’un verso l’altro… E impossibile realizzare il comandamento-Ama il vicino come te stesso-; una tale enorme inflazione di amore può solo abbassarne il valore, non liberare dalla difficoltà». (Il disagio della civiltà)

Reich:

«L’importante non è che cosa fare, ma come fare… Il problema è formale». (Analisi del carattere)