RIPENSARE L’OSSERVAZIONE

CONVERSAZIONI IMPLICITE NEL SOGNO, IN PSICOTERAPIA E NELL’ESPERIENZA

 

Convegno Gli Argonauti 2017. Evento con crediti ECM

Sabato 2 dicembre 2017
Teatro Ruzante – Riviera Tito Livio, 45 – Padova

 

La psicoterapia psicoanalitica, con le sue caratteristiche teorico-tecniche fondamentali, appare tesa non solo a far emergere ciò che era inconscio, quanto a costruire un nuovo modo di osservare e significare la dimensione intimo-relazionale e universale della vita, di affacciarsi attenti e accoglienti su quanto avviene.

Nella psicopatologia, dove l’area preconscia è più assottigliata, carente, o gravemente lacunosa, lo sguardo aperto sul sé e sulla realtà esterna perde il potenziale costruttivo. L’universo ossessivo è dominato dall’osservazione controllante e sterile. Il depresso interiorizza uno sguardo ipercritico. Nella paranoia vi è la proiezione di un occhio minaccioso, mentre nella psicosi, la visione frammentata porta il soggetto, sperduto, a cercare indizi rivelatori di una realtà occulta.

Nel teatro del sogno, la sospensione del rapporto con la realtà e del controllo del Super-Io, fisiologicamente offerta dal sonno – dall’isolamento e dall’alterazione dello stato di coscienza – permette al preconscio di mettere in scena l’immaginario irrappresentabile e inconoscibile per il sognatore. Il sé sognante, simultaneamente più ingenuo e disinibito di quanto lo stato di coscienza della veglia sia, grazie alla perdita delle facoltà della coscienza logica razionale e moralistica, può abbandonarsi alla drammatizzazione, subirla. Può accettare e accogliere, come possibili, immagini e scene bizzarre, grottesche e drammatiche, anche insostenibili per l’io della veglia.

La possibilità di ricostruire/costruire un processo osservativo capace di leggere la realtà senza schemi rappresentazionali pre-giudiziali, rigidi ed afosi, e di risignificare ciò che accade, costruendo nuove metafore interpretative insature, è dimensione della vita dell’uomo, espressa nelle molteplici manifestazioni del suo pensiero – filosofia, poesia, teatro, arte – che può essere preservata, riconquistata, se si persegue il cammino di liberazione per via del levare. Se si persegue il dialogo creativo tra soggetto e oggetto, come nel modello della persona, concepito da Davide Lopez: condizione dell’essere che è tempo vissuto, dimensione universale e presenza che costruisce per se stessa una forma.

 

PROGRAMMA DEL CONVEGNO

 

08.30 Accoglienza e registrazione
09.00 Presentazione Associazione e Rivista: S. Caldironi
Presentazione Convegno: E. Rossi
09.15 Apertura lavori: P. Santonastaso
09.30 Inizio lavori
Chairman: C. Cremonese
Moderatore: A. Legacci
09.40 – 10.15 “Da incubo a sogno. L’osservazione si trasforma e trasforma”.
L. Zorzi Meneguzzo
10.15 – 10.50 “L’osservazione come orogenesi del legame originario
(il contributo della critica letteraria di Yves Bonnefoy
alla clinica)”.  L. Boccanegra
10.50 – 11.30 “Noi siamo un dialogo”. G. Stanghellini
11.30 – 12.30 Discussione
Pausa pranzo

 

14.30 Ripresa lavori
Chairman: A. Capani
Moderatore: F. Fornari
14.30 – 15.15 “Protocolli onirici tra Omero e Adorno”. U. Curi
15.15 – 15.45 “L’osservazione psicoanalitica: controtransfert e vincolo”.
F. Milano
15.45 – 16.15 “Ammirare il gruppo”.  E. Stenico
16.15 – 17.30 Discussione
17.30 Conclusione del Convegno e questionari ECM

Sono previsti  ECM per i partecipanti

 

Responsabile Scientifico
Rossi E.

Segreteria Scientifica
Caldironi S., Capani A.,Cremonese C., Fornari F., Legacci A., Milano F., Sínico G., Stenico E., Zorzi Meneguzzo L.

Segreteria Organizzativa
Dimmi Consulenze e Comunicazione, Libra Provider

Con il patrocinio del Comune di Padova,  dell’Ordine degli Psicologi del Veneto, di Pagine Blu degli Psicologi Psicoterapeuti
Patrocini richiesti: Università degli Studi di Padova

 

 

QUOTA DI ISCRIZIONE (IVA INCLUSA)

PRIMA DEL 15/10/2017                                               DOPO IL 15/10/2017

Senza ECM CON ECM Senza ECM Con ECM
Intero 105,00 125,00 135,00 155,00
Associati 65,00 85,00 85,00 105,00
Studenti e Specializzandi 55,00 75,00

 

Per informazioni, iscrizione e pagamento quota

Dimmi Consulenze e Comunicazione
Tel: +39 347 8360254 Fax: 049 8750254
Email: dimmiconsulenze@gmail.com
IBAN: IT32G0503412119000000001545

Numero di posti limitato (180).

L’iscrizione si intende completata solo dopo l’invio del modulo di iscrizione e copia del bonifico tramite fax o mail a Dimmi Consulenze e Comunicazione.

 

Iscriviti compilando il modulo  online

oppure

Scarica il modulo di iscrizione e invialo via fax o email

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail