dicembre 2009 – L’interpretazione

a cura di Nadia Fina

 

L’interpretazione, in quanto funzione specifica del trattamento psicoanalitico, è il tema di questo Quaderno, tema che implica una quantità di variabili e di necessari contesti tali da poter essere soltanto accennati, o approfonditi, in senso selettivo e illuminati da vertici differenti, a seconda del punto di osservazione di chi scrive. Se vi è infatti un elemento condiviso e sottolineato da tutti, che consiste nel rispetto per i tempi, le parole, gli affetti del paziente, dai quali si parte senza apporre schemi precostituiti, bensì mediante un ascolto empatico e un ambiente facilitante, tuttavia vi è, negli scritti degli autori, un appassionante ventaglio di prospettive che si integrano e si declinano aprendo scorci utili e differenziati: dall’analisi del carattere alla “necessità” dell’interpretazione, dalla creatività dell’interprete alla circolarità gruppale, dallo sguardo consapevolmente retrospettivo al valore del qui e ora.